Monumenti

Mare... e non solo!

Monumenti

Piombino è una città ricca di storia dove sono presenti numerose testimonianze di monumenti frutto di diverse architetture del passato.

Il Torrione, del 1212, porta di accesso alla città, spicca per la sua maestosità, dominando la prima piazza cittadina.

La sua fortificazione, il Rivellino, risale invece al 1447 costruita in seguito per consentire una migliore difesa dalle artiglierie.

Il palazzo dei Priori, che oggi è la sede del Municipio risale al 1440, costruito da Mastro Nanni di Terranova e ristrutturato poi in epoca fascista dall'architetto Bellini.

La Cattedrale di Sant'Antimo è il Duomo di Piombino con le pregevoli opere di Andrea Guardì, tra le quali la Fonte Battesimale del 1470.

La Chiesa di Sant'Antimo sopra i canali, la Cappella della Cittadella, e la Casa delle Bifore unico esempio di architettura Pisana duecentesca ancor oggi esistente in città. Di notevole importanza storica è il Castello di Piombino, porta sud della città, successivamente ritoccato da Leonardo da Vinci durante il riordinamento delle difese cittadine.

Piombino vanta la presenza di un Museo Archeologico di tutto rispetto, dove tra le altre cose è esposta l'Anfora d'argento, opera rinvenuta nel 1968 nel tratto di mare tra Baratti e San Vincenzo. Sempre all'interno della struttura è presente un pregevole Mosaico dei Pesci, di epoca romana, rinvenuto nelle campagne del golfo di Baratti. Nel Parco Archeologico di Baratti e Populonia si trova ciò che di più evidente e monumentale resta del periodo etrusco.

Tra le numerose testimonianze spiccano per buono stato di conservazione, la tomba a edicola risalente al VII secolo a.C. e alcune sepolture posteriori tra le quali sono presenti le cosiddette tombe a tumulo.

Una visita al Parco Archeologico di Populonia è una tappa obbligatoria che vi permetterà sia di immergervi nella natura del posto che di assaporarne gli odori della macchia mediterranea.